Nel corso di un approfondimento dedicato alla guerra in Ucraina dal titolo “Risparmi sotto assedio” il Sole 24 Ore investiga sulla performance delle varie asset class in questo periodo di mercato molto particolare.

In questo contesto Vitaliano D’Angerio, giornalista del Sole 24 Ore, chiede la nostra opinione sui titoli del settore difesa e su quelli del settore cybersecurity.

Di seguito la nostra risposta e l’articolo pubblicato sabato 5 marzo. Cliccare sull’immagine dell’articolo per ingrandirla.

I titoli del settore difesa hanno registrato una vera e propria impennata dal 24 febbraio scorso, giorno dell’invasione russa in Ucraina.

E’ vero. Titoli come Lockheed Martin, General Dynamics o Raytheon Technologies hanno registrato importanti incrementi nell’ultima settimana. Allo stesso tempo però segnalo che tali titoli vanno molto bene già da inizio anno, con incrementi in media del 20%. Segno che il mercato già scontava una grande instabilità geopolitica.

Il tema della cybersicurezza è ritornato prepotentemente nell’agenda di governi, aziende e investitori.

I titoli principali di questo comparto, come Palo Alto Networks o Checkpoint Software Technologies, hanno valutazioni in linea con aziende del settore software e technologies. Sono società con un beta (misura della rischiosità sistematica dell’azione) molto alto. Nell’attuale fase, il mercato sconta una serie di rialzi dei tassi di interesse da parte delle banche centrali a causa dell’inflazione.

La riduzione della liquidità sul mercato porterà ad un calo degli utili e ad una conseguente penalizzazione dei titoli più rischiosi. Non mi sento di consigliare le azioni di cybersecurity in questo momento. A farmi cambiare idea dovrebbe arrivare una notizia che fa svoltare il settore. Ad esempio, qualche provvedimento strutturale del governo Usa che favorisca tali titoli.

Fonte: Il Sole 24 Ore

RENATO VIERO, CFA

Fondatore e Direttore Investimenti

Newsletter

Per rimanere informato sulle notizie finanziari e ricevere i nostri aggiornamenti iscriviti alla newsletter.

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.